.

I social network hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli.

Umberto Eco


Spero di non essere fra i peggiori.

Blu Malva

sabato 22 agosto 2015

Il Padrino parte IV (proud to be italian)

Marlon Brando, Il Padrino (F.F. Coppola)


Il protagonista non è don Vito Corleone, interpretato dal grande Marlon Brando, né troviamo Francis Ford Coppola alla regia. No, questa è una cosa autoprodotta, all'italiana: siamo specialisti.
Del funerale del padrino Casamonica, svoltosi a Roma, nessuno sapeva nulla: né il prefetto, né il corpo della Polizia Municipale che, durante la cerimonia, era intervenuto solo per controllare traffico e afflusso (!)
Però qualcuno aveva firmato il permesso di libera uscita ai figli del signore in questione, che sono agli arresti domiciliari. Misteri. E la Chiesa, che giudica questo funeral show - attraverso l'articolo apparso su L'Avvenire - "un fatto inammissibile"? Forse il sacerdote che ha celebrato la funzione era affetto da sindrome della doppia personalità? Ma no, un cristiano ha diritto di funerale religioso. Solo se ricorre al suicidio non lo ha. Se ammazza dieci, cento, mille persone non ha importanza e neppure se gestisce traffici illeciti di ogni sorta. E' sempre un cristiano. Dieci ave maria e dieci padre nostro quale pentimento sono sufficienti.
Certo, vi sono funerali di cui nessuno sa veramente nulla: quelli che avvengono in forma strettamente privata. Ma non mi pare che un feretro trasportato su una carrozza trainata da cavalli con tanto di pennacchio, banda a seguito (che esegue la musica de Il Padrino, giusto per stare in tema) ed elicottero (!) che butta petali di rosa sul corteo, sia esattamente un funerale in forma privata.
Eppure nessuno sapeva nulla, chiaro.
L'appellativo di mafia capitale ora ha un altro motivo per farsi considerare più che degno. Ed un altro motivo lo ha la stampa estera per sputtanarci.
Se Roma era caput mundi ora è da discarica e non soltanto per il degrado urbanistico di cui si è sporcata recentemente. I soliti scarica barile, i giochi a rimpiattino in cui nessuno è realmente colpevole e paghi a dovere, ovvio.
Chi paga è, come sempre, la nazione al collasso. E poi, comunque, ci pensano il presidente del consiglio ed il ministro dell'interno a rimediare all'ennesimo danno d'immagine: quattro fasi fatte, sguardo serio ed i costumi da giullari di corte che spuntano dagli abiti blu. Due risate e via, pronti per il campionato di calcio che un po' distrae sempre.

Baciamo le mani.


 

8 commenti:

  1. Mai di un crucciarsi, se la commedia è al ridicolo che tiene in sé il suo tragico previsto che ha il riso: ché il soprattutto sta nel non disobbedire, ci son fascine a iosa e anche le piazze; e anche folla già pronta imbalsamata giubileo

    Ci sian frullini al petalo di rosa, questo non so

    RispondiElimina
  2. Al prossimo distribuiranno anche gadget: tazze, cappellini, spillette, t-shirt. Con la benedizione papale inclusa. Quella politica c'è già.

    RispondiElimina
  3. Quello che più mi preoccupa non è tanto l'elicottero e la banda che storpia la colonna sonora del padrino (se non è trash, che mafia è ?) quanto la presenza di folla numerosa. E leggere che il musicista è un ex carabiniere in pensione non rende ottimisti sul senso degli italiani per le istituzioni.
    E quando servirebbe un kamikaze non si trova mai
    GEV

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia anche i kamikaze sarebbero mafiosi. Non si salva nessuno. Anzi, ora che ci penso, magari lo sono anch'io e non lo so!!!

      Elimina
  4. http://prontoallaresa.blogspot.it/2015/08/cuore-di-roma.html?m=1

    Qui c'è un bellissimo post in proposito.
    Io non so più che dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Mareva. Poi vado a leggerlo.
      In quanto al dire... ce n'è restato ben poco.

      Elimina
  5. e poi ci fanno credere che le cose sono cambiate, che mani pulite è stata la svolta ... ha ragione Saviano. Corruzione e mafia, come negli anni di piombo. Altro che bandiere a lutto nei musei ... che sconforto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pier, come scrivevo ad un amico, non è impossibile che la mafia abbia già preso accordi anche con l'Isis. La prossima decapitaizione avrà come sottofondo la tarantella.

      Elimina