.

I social network hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli.

Umberto Eco


Spero di non essere fra i peggiori.

Blu Malva

giovedì 25 giugno 2015

..[ dal lat. procedĕre, comp. di pro-1 «innanzi» e cedĕre «andare»]




Procedo.
Procedo.
Tra un concerto per viola/voce/poesia ed un sistemare le ultime pagine di una raccolta; tra un godermi il sole non troppo caldo, il verde del rifugio a quarantacinque minuti di macchina da qui e l'ipotesi che forse un giorno saluterò l'uomo che legge nel parco; tra lo scrivere prezioso, necessario, salvifico su pagine di cellulosa e virtuali ed il leggere gli altri, attraverso le case virtuali che ognuno ha edificato ; tra i libri impilati sul comodino ed il film in attesa di essere visionati.
Procedo.
Procedo.
In tutto questo ed altro ancora.
Fra malinconia e brevi lampi d'euforia; tra sensazioni impalpabili ma reali che si nascondono tra le foglie dei tigli, negli angoli in penombra della casa, nei desideri superstiti che curo, innaffio e proteggo ma senza che se ne accorgano. Senza dirlo alla parte di me stessa che non approverebbe mai e lascerebbe il deserto quale sfondo quotidiano.
E' terribilmente difficile gestire il tutto, soprattutto me stessa: sono un covo di pirati, un luogo segreto ove si ordono trame per la sopravvivenza; ove sfuggono bestemmie che poi affogano nei bicchieri di rum, ma dove è possibile respirare  profumi che si credono estinti e guardare paesaggi senza timore di esserne inghiottiti.


[...]
Ci duole sostenere quella luce tesa e diversa,
quella allucinazione che impone allo spazio
l'unanime paura dell'ombra
e che cessa di colpo
quando notiamo la sua falsità,
come cessano i sogni
quando sappiamo di sognare.

Jorge Luis Borges


18 commenti:

  1. un frammento di te che non passa inosservato, questo
    la volontà di partecipare al gioco della vita, procedendo
    è forte bello e sa di speranza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calcola che io sono l'emblema del pessimismo e della disillusione... Ogni tanto accade anche questo.

      Grazie.

      Elimina
  2. Beautiful post my dear!!! This is my new post http://blondelafemme.blogspot.ru/2015/06/dresslinkcom.html Welcome! )

    RispondiElimina
  3. Tra un concerto per viola/voce/poesia ?????

    Cosa diamine è? Voglio sentirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa un po' particolare. E' spiegato meglio nel post precedente, "Metti una sera a cena"

      Elimina
    2. Ora ho capito! Roba strana comunque. Mai visto niente de genere. E uno che recita poesie finchè mangio non mi pare proprio un'idea fantastica ma dovrei effettivamente trovarmi lì...

      Elimina
    3. Eh sì, "roba strana". Non per tutti gli stomaci. :-)

      Elimina
  4. Eppure a me capita anche di sognare di sognare.
    A te no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento capita a proposito. Ho nelle bozxe un post, scritto poco fa, inerente al sognare che io ho definito "immaginazione" (ma il succo è quello). Lo leggerai domani. Strano eh, per ciniche e pessimiste quali siamo?
      Sorrido

      Elimina
    2. Errata corrige: inerente IL sognare

      Elimina
    3. Oddio... dici che oltre al cinismo c'è di più?
      Tipo una "affinità elettiva"?

      Stramberie... e sorrido.

      Elimina
    4. Ma non era... "oltre le gambe c'è di più?" (rido, l'orrido non ha mai fine)

      Pare ci sia di più. Pare. In quanto alle affinità elettive... eh, ... (lascio quel "eh" alla Vasco Rossi, va. Stamattina va così.) (continuo a ridere)

      Elimina
  5. un applauso al "covo di pirati", immagine colorita che mi dà perfettamente l'idea.
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh...e non mi hai visto quando metto la benda sull'occhio!

      Elimina
  6. Che bello essere un covo pirati che vederne sempre e solo fuori di se*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre il rovescio della medaglia come ben sai. Bello, sì. Ma piuttosto difficile da gestire, spesso. Ed ho usato un eufemismo. :-)

      Elimina