.

I social network hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli.

Umberto Eco


Spero di non essere fra i peggiori.

Blu Malva

lunedì 29 dicembre 2014

Molto rumore per nulla


Siamo sicuri che William Shakespeare non si riferisse ai social networks, vero?







(sciaquone)

9 commenti:

  1. Be', ovvio !

    Del resto, per esempio, un uomo del Settecento sarebbe il più adatto a gestire lettura e scrittura.
    Non vedo niente di più moderno di un tipo di qualche secolo fa che tiene un Blog su internet ...

    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente sarebbe amministratore di una community letteraria, certo.

      Elimina
  2. @ : Euridice, nottebuia e Francesco:

    ragazzi (notare l'uso improprio del termine ma un poco cialtrona mi piaccio, a volte),
    forse avete ragione, ed in effetti il buon Shake scrisse tal opera con ben altri intenti. Eppure, ultimamente, le poche certezze rimastemi si stanno frantumando sotto i colpi della modernità dirompente, di questo trend (dio come amo inglesizzare tutto) che avvolge ed obbliga a restare al passo. Ed io che fatico non poco soltanto ad indossare ( poche volte per fortuna) tacchi superiori ai tranquilli e comodi 8 cm, potete immaginare quanto mi smarrisca in questa selva selvaggia ed aspra e forte (anche Lui se potesse parlare ancora...se sol potesse!!!!).
    Abbiate pazienza, dopo quasi nove anni mi ci devo ancora abituare...

    RispondiElimina
  3. Shakespeare o Michelangelo Florio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, contribuisci anche tu a mettere la pulce nell'orecchio, ad alimentare il gossip !
      A parte che uno che si chiama Michelangelo Florio non può essere in grado di scrivere opere simili, dai.
      Michelangelo Florio.
      No, direi Shakespeare, assolutamente.

      Elimina
    2. però era bravo a fare il Marsala ... quello all'uovo poi ... il TUO Willy che faceva? il porridge :P

      Elimina
  4. :p
    a parte che il Marsala non mi piace.. (non che mi piaccia il porridge, sia chiaro), ma Will aveva un accento fantastico, e quell'humor...oh, quell'humor che a me piace tanto..

    RispondiElimina