.

I social network hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli.

Umberto Eco


Spero di non essere fra i peggiori.

Blu Malva

venerdì 14 novembre 2014

mangia prega ama - 1


MANGIA

Insalata di pere e formaggi

Insalata verde
radicchio
pere (a fettine sottili o cubetti)
parmigiano (scaglie)
gorgonzola compatta piccante (a cubetti)
gherigli di noci (spezzettati)
finocchio (fettine sottili)

condire tutto con vinaigrette all'aceto balsamico

quantità e forme a seconda del proprio gusto e piacere visivo



PREGA

Più che preghiera è un rito e si compie soprattutto all'interno di me stessa. Non è rivolta a nessun dio. E' ascolto, ritrovare energia, rilassamento e benessere. E' riappropriarsi del proprio respiro, pilotarlo, osservarlo per ritrovare pace ed energia. Da quando ho iniziato il corso di yoga sivananda, un mese e mezzo fa, qualcosa è cambiato nella gestione di me stessa e nella visione delle cose. Faccio piccoli progressi ogni volta. L'ultima soddisfazione deriva dalla posizione sîrsâsana: riesco, per ora, a metà, mancando lo stendere le gambe verso l'alto; per arrivarci e mantenere l'equilibrio in immobilità assoluta, occorre pazienza e grande lavoro di braccia, spalle, addominali. Non c'è nessuna fretta nello yoga, e già questo è fonte di benessere.  Sîrsâsana è considerata il "re" o "padre degli âsana", per i suoi notevoli effetti benefici; sîrsa, in sanscrito, significa "testa", sîrsâsana quindi è la "posizione sulla testa".




AMA


[...]  Sentendo il calore delle sue mani pensai: è il fuoco che sfida il sole. Qui mi riscalderò, mi nutrirò, troverò conforto. Mi aggrapperò a questa pulsazione obliando ogni altro ritmo. Il mondo andrà avanti e indietro in balia della marea del giorno ma non qui nelle sue mani, con il suo futuro fra le sue palme. [...]

Scritto sul corpo, J. Winterson

Io non lo so se sia il destino oppure il caso ma in questi così ostili e incerti mi prende l'innocente e un po' ambizioso proposito di amarti.
Perché senza due corpi e due pensieri differenti finisce il mondo.

Proposito d'amare, Giorgio Gaber

18 commenti:

  1. di questa triade sto solo col mangia

    RispondiElimina
  2. ma non era anche il titolo di un film con Giulia Robert? :)
    l'insalata te la copio troppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pier, bentornato! Erano aaaaanni che non ti si leggeva : )))
      Certo, era quel film. Infatti ho preso in prestito il titolo perché è perfetto per creare una triade personale ideale.

      (mi piacciono molto le insalate particolari come quella..)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Non ti credere, jeanloup: faccio la sicura ma il condizionale è sempre lì, dietro l'angolo, che sogghigna.

      Elimina
  4. non comprendo il criterio con cui sopprimi i post: in base al contenuto? in base ai commenti? o a una conta casuale?
    non so agli altri tuoi lettori, ma a me 'sti piccoli suicidi spiacciono.
    ml

    RispondiElimina
  5. spiacciono e offendono
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro ml,
      innanzi tutto il tuo commento rientra nella categoria OT, e gli OT non mi sono mai piaciuti, in quanto non arricchiscono né danno comunque nessun apporto al tema affrontato nel post in questione. Se al fatto di essere un OT vi si aggiunge un tono tendente al polemico e sfiorante la maleducazione, allora non solo non mi piace ma non lo tollero.
      Punto primo: le tue domande andavano poste, a parte in tono diverso, in altra sede e non sotto un post che nulla ha a che vedere con la mia scelta di eleminare scritti;
      punto secondo: se decido di eliminare MIEI post, non è sicuramente per i commenti, in quanto se fossero la causa, mi limiterei a cancellare SOLO quelli, ti pare? Quando elimino post è perché non mi sento di vederli ancora esposti al pubblico, motivi intimi, personali, e non sicuramente per capriccetti da primadonna. Men che meno per una CONTA CASUALE come scrivi tu;
      punto terzo: fina a prova contraria lo spazio è il mio e ho il diritto di sentirmi libera di togliere o aggiungere post. Ti ricordo (in uno dei primi post l'ho anche scritto) che in 8 anni di atività bloggettara, il numero di blog che ho creato e distrutto non si contano più. Penso che sia meno grave cancellare qualche post che un intero blog;
      punto quarto: se addirittura ti senti OFFESO, sinceramente non ne comprendo la causa, e mi pare anzi un'esagerazione dettata da non so quale impulso. Se credi che mi diverta o lo faccia per gioco, cancellare qualche mio post, ti sbagli e di grosso. Dovresti rispettare le scelte personali anziché sbandierare la tua offesa priva di fondamenti.

      Per concludere, ti conviene a questo punto non farmi rientrare più fra le tue letture, visto i risultati.
      Per quanto mi riguarda l'argomento è chiuso, si è protratto anche troppo a lungo e, se ti ho risposto questa volta, l'ho unicamente fatto per non passare per chi non sono.
      Sono certa che nella tua lista di letture avrai chi ti offre maggior benessere.

      Elimina
  6. non avevo altre luogo dove manifestare il dispiacere.
    io sono dell'idea che quando si scrive e si pubblica, il brano diventi un po' anche di chi lo legge e magari lo apprezza o comunque esprime un'opinione su questo. di qui il dispiacere (riconosco che offesa è una parola sproporzionata) a vederselo sparire sotto il naso.
    certo sei a casa, per cui il tuo diritto a togliere è superiore a quello del lettore a conservare.
    continuerò a leggerti (hai il difetto di scrivere bene), magari eviterò di dire la mia :-)
    ml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho l'indirizzo email nel profilo, ... dovresti saperlo.

      Elimina
  7. Nonostante i cristiani ricordino che il corpo è il tempio delle spirito, tendono a demonizzarlo.
    Forse perché si sono resi conto dell'infimo livello a cui sono, da sempre, messe le masse di bruti.
    Eppure, il corpo è veramente via al Divino che c'è in te.
    Il corpo è preghiera.
    Anche nell'eros, come osserva il Tantra.
    E il cibo che lo alimento, deve essere sano e piacevole, nel tempo devono entrare fiori freschi e profumati, belli e buoni.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. centodieci e lode, Uomo. E stretta di mano accademica. (sono restata al vecchio e caro criterio di valutazione, come noterai).

      Shanti shanti shanti : )

      Elimina
    2. Potrei rispondere con un Namasté ma.. finiremmo un po' troppo sul guru-mistico.
      Anche se il significato del saluto è... bello!

      Elimina
    3. Esatto, poi bisognerebbe anche accendere l'incenso e ci direbbero: "eehhh che esaltatiiiii!" .. eheheheh

      Elimina
    4. Quello sarebbe sempre bene farlo, fa bene! : )

      Elimina