.

I social network hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli.

Umberto Eco


Spero di non essere fra i peggiori.

Blu Malva

giovedì 23 ottobre 2014

Peculiare

 
Fra le voci da compilare (facoltativamente) nel profilo, vi è quella relativa ad un'impresa memorabile compiuta.
"Convivere con me stessa."
Così ho scritto, perché così è stato fino ad oggi e tuttora è: un'impresa memorabile.
In alcuni post passati ho già dato il biglietto da visita del mio essere peculiare, ed in Amour de soi ho confessato una sorta di misantropia moderata. In quanto ad idiosincrasia, invece, di moderato vi è poco e spesso mi obbligo a contare fino a dieci (che poi diventa 20, 50 e 100) per non perdere il self control. Non sono ancora sufficientemente preparata alla respirazione con il ventre ed al rilassamento completo (metodo yoga sivananda), essendo all'inizio del corso, ma confido nei miei futuri progressi.
Mi piace il termine peculiare, per due motivi: il primo perché è un termine caduto quasi in disuso (si preferisce particolare) e, coi tempi che corrono, ciò che cade in disuso odora sempre più spesso di buono; il secondo perché indica qualcosa che, per caratteristiche proprie, dà luogo ad una differenza.
Che ogni essere umano si differenzi dall'altro per caratteristiche fisiche e psico mentali è un dato di fatto, ma la peculiarità di cui parlo va oltre questa differenzazione primaria: sconfina nei sottoinsiemi dei sottoinsiemi degli insiemi, quegli spazi piccolissimi in cui gli elementi contenuti sono al minimo. Un po' come i numeri primi nell'infinito sistema numerico, o come le mosche bianche ed i quadrifogli.
Più si è peculiari, più si ha difficoltà ad accettare un'omologazione, un ordine prestabilito, un trend, una massificazione; più si è peculiari, più vi sono compromessi obbligati, firmati a denti stretti e mascelle contratte.
E' presente una sola intima soddisfazione in questo remare contro: quando l'essere peculiare si guarda allo specchio a fine giornata, a fine anno, a fine lustro, e si accorge che, nonostante tutto, la sua natura non si è fatta manipolare, né lobotomizzare. Certo, è difficile considerarlo un guadagno.


6 commenti:

  1. apprezzo molto questo post di cui condivido molte affermazioni, mentre dissento da altre.
    ho totale affinità per l'impresa memorabile (ho affetto sconfinato per me stesso ma spesso mi trovo insopportabile, vivermi dentro è difficile).
    condivido il fascino per le parole desuete, che non basta recuperare un arcaicismo, occorre riscoprire, restaurare un vocabolo ormai poco usato, assimilarlo e renderlo come nuovo perchè quella parola diventi bella, naturale e non uno sfoggio culturale (che trovo irritante).
    In questo senso apprezzo molto la tua scelta del termine peculiare.
    Ma la peculiarità a mio parere non è data tanto dai minimi dettagli quanto dall'assemblaggio, dalla composizione di questi in un complesso che diventa e fa di noi un unicum esemplare.(ecco, esemplare è una parola perfetta che si contrappone a omologazione)
    ml

    RispondiElimina
  2. Certo: la peculiarità, alla fine, è data dall'assemblaggio, perché una persona è insieme di tanti dettagli. Ma sono appunto i dettagli che permettono di arrivare a questa differenzazione e certuni sono rari per natura e modus operandi, tanto da poterli paragonare agli elementi presenti nei sottoinsiemi dei sottoinsiemi degli insiemi. Un po' contornto, forse, me ne rendo conto. (del resto non sono quasi mai lineare) : )

    RispondiElimina
  3. > coi tempi che corrono, ciò che cade in disuso odora sempre più spesso di buono

    Oh, ma allora esiste qualcun'altra essera così... :)

    A me_mi piace usare la jota per tutti gli jati, ad esempio
    Jole, jonio, jodio, noja, projezione....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh... sei decisamente più peculiare di me. : )

      Elimina
  4. L'impresa memorabile che ho scritto io invece è la seguente: "Non invecchio: mi limito a diventare più saggia".

    Tanto per non uscire dal tema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sì che è vedere il lato positivo! : )

      Elimina